L’ambasciatore Usa alla Bellco di Mirandola celebra Veronesi

Phillips visita la Medtronic: «Gli Usa credono nel vostro know how»di Valentina Corsini

 

MIRANDOLA. Un parterre de rois istituzionale ha accolto ieri John Phillips, l’ambasciatore americano in Italia e nella Repubblica di San Marino, che ha fatto visita agli stabilimenti del colosso per il trattamento dell’emodialisi Bellco. L’azienda è stata acquisita a febbraio scorso dalla multinazionale Usa Medtronic. Un’occasione per fare il punto su come sempre più aziende del distretto d’eccellenza sanitario-farmaceutico mirandolese abbiano assunto un respiro internazionale avviando delle partnership con investitori esteri, che potrebbero essere molto di più di quelle attuali se solo la macchina burocratica e fiscale italiana fosse più snella ed agevole.

«L’acquisizione di Bellco da parte di Medtronic è un ottimo esempio di cooperazione tra Italia e Stati Uniti -afferma Phillips –perché il vostro paese è pieno d’eccellenze e di saperi che valgono ingenti investimenti stranieri per farne aumentare nel mondo il prestigio. In modo particolare in un comparto farmaceutico come quello mirandolese, volto alla tutela della salute e alla costante ricerca per renderla migliore grazie al supporto di nuovi dispositivi e ad una qualificata tecnologia, a cui ha dato un grande contributo in passato un pioniere quale Mario Veronesi. Il rammarico viene però da alcuni punti deboli del vostro impianto governativo che frenano la possibilità d’investire in Italia. Mi auguro infatti si vada verso un miglioramento di una pressione fiscale eccessiva, come di una burocrazia lenta e complicata, che frenano l’approccio alla creatività italiana come investimenti. Se ci sarà uno sforzo del vostro governo in tal senso, unito alla grande capacità di reazione che ha avuto la popolazione locale dopo l’evento drammatico del sisma di quattro anni fa, potremo andare ancora più lontano».

Politiche governative che si stanno muovendo nella direzione auspicata dall’ambasciatore, ha assicurato Enrico Zanetti, vice ministro all’economia e alle finanze: «Negli ultimi due anni il governo ha cercato di ridurre la pressione fiscale che vessa imprese e lavoro, agendo su un’ imposta negativa come l’irap che ha favorito solo la delocalizzazione produttiva e non l’internazionalizzazione. Stiamo continuando a lavorare perché gli investimenti stranieri in Italia siano sempre meno incerti dal punto di vista normativo e del diritto. Inoltre nessuna risorsa per la sanità è stata tagliata, incentivando così la ricerca e l’innovazione per offrire servizi sempre migliori, sebbene in un’ottica di minor impatto possibile sul bilancio statale. C’è poi una grande attenzione anche per le infrastrutture, per quanto riguarda la Cispadana, di cui si sta occupando il ministro Delrio, ci saranno presto sorprese positive».

«Quella tra Bellco e Medtronic sarà una grande cooperazione sul breve e lungo periodo, sia in termini commerciali e d’espansione al di fuori dell’Italia della tecnologia Bellco, sia come sviluppo ed innovazione di un sistema nuovo per la dialisi in grado di offrire una migliore qualità della vita ai pazienti» conclude infine Luciano Frattini, presidente e amministratore delegatoMedtronic Italia.