HOUSTON: ARCOBELLI (CGIE) SI DIMETTE DAL COMITES

HOUSTON: ARCOBELLI (CGIE) SI DIMETTE DAL COMITES

 

HOUSTON\ aise\ – Consigliere del Cgie per gli Usa, Vincenzo Arcobelli il 5 dicembre scorso ha inviato al presidente Valter Della Nebbia la lettera di dimissioni dal Comites di Houston.
“Caro Presidente e Cari Colleghi – scrive Arcobelli – dopo aver fatto una riflessione, direi che la mia missione, sin dalla selezione dei singoli candidati con la presentazione della lista per le elezioni e la successiva composizione dell’esecutivo con il mio passaggio di consegne, sia da considerare al termine. Ringrazio tutti i consiglieri per avermi proposto all’unanimità esprimendo la loro fiducia durante la prima riunione di insediamento alla carica di Presidente, anche se, dopo aver apprezzato la proposta ed il loro riconoscimento e rispetto, ho naturalmente declinato. Undici anni credo che siano più che sufficienti per dare spazio ad altri colleghi”.
“Nella mia vita – aggiunge Arcobelli – ho cercato sempre di essere coerente e rispettoso degli impegni presi. Come in ogni cosa terrestre, vi è un inizio ed una fine. Anche se per alcuni periodi della mia vita e per esigenze contingenti e temporanee non ho potuto fare altrimenti, i doppi e quadrupli incarichi e le multiple cariche istituzionali non fanno parte della mia mentalità e della mia etica! Come dissi in passato in una delle conference calls del 2014, la squadra che era stata creata doveva rimanere tale per l’intero mandato, dando eventualmente spazio ai non eletti della nostra lista”.
“Questo – precisa – non significa un abbandono, infatti come ben sapete dopo essere stato eletto al Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, i consiglieri del CGIE hanno diritto di partecipare alle riunioni di tutti i Comites anche se non hanno diritto di voto, stanno in diretto contatto con l’Autorità Diplomatica consolare e con l’Ambasciata, con i Comites e con le Associazioni. Pertanto quando riceverò l’invito da parte del Comitato, in qualità di consigliere del CGIE – assicura – farò il possibile per partecipare, tenuto conto delle mie condizioni, cercando di dare il mio contributo e confermando la mia totale disponibilità per le varie problematiche che discuterete nell’interesse della comunità residente nella circoscrizione consolare di Houston”.
“È stato per me un enorme privilegio con Onori ed Oneri – sottolinea Arcobelli – aver Servito per quasi 12 anni il Comitato nei rapporti con il Consolato Generale d’Italia a Houston,consolidati da una intensa e fattiva collaborazione in tutte le attività svolte per promuovere l’Italianità ed i connazionali residenti nella nostra circoscrizione in particolare. Spero che capirete la mia situazione personale e nel rispetto rigoroso istituzionale e dell’impegno preso, desidero consegnare la mia carica di consigliere eletto nel Comites rassegnando le mie dimissioni, permettendo cosi ai più giovani di intervenire e contribuire alla crescita del Comitato, così da coprire quelle aree della nostra circoscrizione dove non abbiamo rappresentanti, come ad esempio lo Stato dell’Arkansas”.
“Questa mia decisione – puntualizza – è per conoscenza dell’Autorità diplomatica consolare, che farà da tramite per trasmettere le mia volontà al MAECI. Io cercherò di lavorare con voi e per voi sempre nell’interesse dell’intera collettività e per l’Italia. Grazie per la cortese collaborazione e la fiducia dimostratami in tutti questi anni e per la vostra amicizia. Auguro a tutti buon lavoro e – conclude – tutto il bene di questo mondo. Viva la Vita , Viva Noi, Viva l’Italia!”. (aise)