LE ASSOCIAZIONI SICILIANE DELL’EMIGRAZIONE INCONTRANO L’ASSESSORE MICCICHÈ

LE ASSOCIAZIONI SICILIANE DELL’EMIGRAZIONE INCONTRANO L’ASSESSORE MICCICHÈ

 

PALERMO\ aise\ – Lo scorso 1 dicembre le associazioni aderenti al Coordinamento delle Associazioni Regionali Siciliane dell’Emigrazione (CARSE) hanno incontrato l’Asssessore Regionale della Famiglia dei Servizi Sociali e del lavoro, Gianluca Miccichè, per esporgli le problematiche dell’emigrazione.
Per le associazioni ha introdotto la riunione il Segretario Generale dell’USEF Salvatore Augello, in rappresentanza del presidente del CARSE Antonio Giovenco, assente per motivi di famiglia.
Nella sua introduzione, Augello ha fatto un breve excursus sul progressivo smantellamento sia del gruppo di lavoro che si occupava dell’emigrazione, sia della legge 55/80 e successive modifiche, i cui capitoli di bilancio sono stati lasciati solo per memoria.
“La scelta politica fatta per pervenire all’abbandonare completamente il settore dell’emigrazione, non poteva lasciare dubbi”, riporta Augello, “per questo le associazioni, così come fatto in passato, si sono attivati con il neo assessore, sollecitando una rivitalizzazione della legge anche con pochi soldi, considerando la crisi in cui versa la regione, in modo intento da tenere vivo il settore, potenziando anche il gruppo di lavoro che fino ad ora si occupa delle pratiche sospese”.
Sui problemi così illustrati, hanno preso la parola Giovanni Allegra dell’AITEF, Vittorio Nastasi dei Siracusani nel Mondo, Luciano Luciani dell’Istituto Regionale Santi, Paolo Genco presidente nazionale dell’ANFE e Carmelo Seggio in rappresentanza di Sicilia Mondo.
Dal punto di vista tecnico, Rossella Chinnici, unica “sopravvissuta” del gruppo di lavoro, ha spiegato quello che è successo negli ultimi anni nella conduzione delle attività del gruppo e nella sopravvivenza dello stesso.
L’Assessore Miccichè, riporta ancora Augello, “in maniera molto pragmatica, richiamando la crisi economica che attraversa la regione, ha detto che era difficile parlare di finanziamenti. Con dotazioni finanziarie anche simboliche, vedrà di riuscire a rivitalizzare la legge, in modo da dare un segnale di interesse sia diretto ai siciliani all’estero, sia diretto alle associazioni, che da oltre quaranta anni si occupano delle problematiche dell’emigrazione, cosa che anche in mezzo a mille difficoltà stanno facendo ancora oggi, pur in assenza di mezzi economici”.
Per il resto, l’Assessore, scrive ancora Augello, “si è impegnato ad approfondire il problema ed a riprendere il gruppo di lavoro potenziandolo o magari facendolo confluire nel gruppo che si occupa di immigrazione, se dovesse essere difficoltoso farlo in maniera diversa. Intanto, suggerisce di percorrere la possibilità di inserirsi nelle risorse europee in materia di emigrazione e di immigrazione, in attesa che la situazione economica della regione migliori e si possa tornare ad una programmazione degna di questo nome”.
Alla luce di questo incontro, il CARSE si è dato appuntamento a lunedì prossimo, 7 dicembre, spiega Augello, “per fare il punto della situazione e per programmare altre iniziative, come ad esempio incontri con i gruppi parlamentari, con le commissioni permanenti all’ARS che si occupano sia del bilancio che del settore lavoro, così da attirare l’attenzione su un settore che, diversamente, verrebbe irrimediabilmente chiuso a causa di scelte sbagliate ed ottuse, fatte a monte e portate avanti in questi ultimi anni”. (aise)