SI ESTENDE LA RETE DEI LABE – LABOPRATORI DELL’EMIGRAZIONE IN PUGLIA

SI ESTENDE LA RETE DEI LABE – LABOPRATORI DELL’EMIGRAZIONE IN PUGLIA

 

FOGGIA\ aise\ – Si moltiplicano su tutto il territorio della Regione Puglia le iniziative previste dalla rete dei Laboratori dell’Emigrazione – LABE. I LABE rappresentano una delle attività organizzate nell’ambito del progetto “Pugliesi nel Mondo”, realizzato dalla rete pugliese di 19 Gruppi di Azione Locale (GAL) in partnership con il Servizio Internazionalizzazione della Regione Puglia.
Con l’inaugurazione di ieri, venerdì 23 ottobre, presso l’Auditorium della Biblioteca comunale di San Marco in Lamis, in provincia di Foggia, del LABE del GAL Gargano salgono dunque a 10 i Laboratori dell’Emigrazione attivati dai GAL pugliesi.
Il Laboratorio realizzato dal GAL Gargano con la collaborazione del Centro di Documentazione sull’Emigrazione della Capitanata (CDEC) e del Centro Studi Tusiani, lavorerà con gli altri suoi omologhi sul territorio pugliesa al grande progetto di costituzione di una rete regionale dei laboratori dell’emigrazione che funzioni come un network integrato costituito da tanti nodi locali quanti sono i GAL partner, un vero e proprio network dinamico, fisico e virtuale, dotato di un portale web e di un archivio digitale.
Ogni singolo Laboratorio dell’emigrazione si farà promotore, sul territorio di pertinenza del GAL, di tutta una serie di iniziative finalizzate a recuperare il legame storico e culturale tra le comunità locali ed il fenomeno migratorio che le ha riguardate, con la prospettiva di costruire un ponte con le comunità emigrate.
Tutti i materiali raccolti saranno digitalizzati e confluiranno in un archivio informatizzato dell’emigrazione pugliese, un database regionale unico che sarà fruibile da tutti e consultabile in ogni parte del mondo grazie alla pubblicazione sul Portale web (labepuglia.it) della Rete regionale di Laboratori dell’Emigrazione.(aise)