WASHINGTON: IL DIPARTIMENTO DIFESA USA PRESENTA IN AMBASCIATA IL PROGRAMMA FCT ALLE AZIENDE ITALIANE

WASHINGTON\ aise\ – Martedì scorso, l’auditorium dell’Ambasciata d’Italia a Washington ha ospitato un seminario in video conferenza con la sede del Segretariato Generale del Ministero della Difesa italiano per illustrare all’industria italiana nel settore difesa le novità offerte dal programma statunitense Foreign Comparative Testing (FCT) e le modalità di accesso.
Il programma FCT costituisce un trampolino di lancio per le aziende non statunitensi che vogliano inserirsi nel mercato americano della difesa. Tramite il Foreign Comparative Testing le aziende partecipanti possono presentare le proprie tecnologie innovative. Ove ci sia interesse da parte americana, il rapporto può tradursi in successivi e specifici programmi di cooperazione e acquisizione.
Il Seminario, organizzato dal Segretariato Generale della Difesa con l’Ufficio dell’Addetto per la Difesa e per la Cooperazione Difesa presso l’Ambasciata d’Italia, spiegano da Washington, fa seguito ai dialoghi già instaurati negli anni precedenti sui temi della ricerca e sviluppo.
Il Generale Giovanni Fantuzzi ha aperto e diretto i lavori di un briefing particolarmente interessante e informativo, che ha visto l’intervento di due referenti del Dipartimento della Difesa americano: il Colonnello dell’aeronautica Matthew E. Zuber (dell’Ufficio dell’Under Secretary of Defense) e il Colonnello Scott T. Wallace, sempre della US Air Force (Direttore del Comparative Technology Office del Ministero della Difesa americano). I rappresentanti del Pentagono hanno sottolineato come l’Italia sia uno dei più importanti partner degli Stati Uniti. I due Paesi – è stato sottolineato – sono entrambi impegnati in prima linea nei principali scenari operativi internazionali e per tale motivo è “imprescindibile” poter disporre di equipaggiamenti che consentano una piena interoperabilità. (aise) 

Advertisements