CINQUE BORSE DI STUDIO PER GIOVANI DISCENDENTI DI EMIGRATI TRENTINI

CINQUE BORSE DI STUDIO PER GIOVANI DISCENDENTI DI EMIGRATI TRENTINI

 

TRENTO\ aise\ – Consolidare i legami fra i giovani oriundi trentini e la terra d’origine dei loro avi, per promuovere rapporti culturali, economici e accademici con i rispettivi Paesi di residenza: questo l’obiettivo del bando per l’assegnazione di 5 borse di studio a favore di discendenti di emigrati trentini all’estero per la frequenza di corsi dell’Università degli Studi di Trento nell’anno accademico 2015-2016.
A darne notizia è la Giunta provinciale che, su proposta del presidente, ha approvato l’iniziativa, che si inserisce nel progetto “Università a colori”, promosso da Università, Opera universitaria e Provincia, finalizzato a favorire l’accesso degli studenti stranieri all’alta formazione e alla ricerca presso l’Università di Trento. La scadenza per presentare le domande è il 18 maggio 2015.
Due delle cinque borse di studio sono riservate a studenti che intendono frequentare i corsi di laurea e di laurea “magistrale a ciclo unico” mentre le altre 3 borse sono riservate ai corsi di laurea magistrale.
Questi i requisiti richiesti: origini trentine; buona conoscenza della lingua italiana; residenza all’estero; età massima: 25 anni per i corsi di laurea e laurea “magistrale a ciclo unico” – 28 anni per i corsi di laurea magistrale.
La presenza nell’Ateneo trentino dei partecipanti al programma costituisce per loro e per il Trentino un’occasione di studio e di ricerca sull’identità dei trentini che nel passato sono emigrati, così come ora i giovani cercano nuove prospettive all’estero. I giovani laureati che terminano il percorso di studi si propongono come “ponti” fra il Trentino e le loro Comunità di appartenenza, svolgendo un ruolo attivo di “antenne” presso le loro Comunità di appartenenza. Nell’ambito del progetto, nell’anno accademico 2014/2015, hanno frequentato i corsi di laurea dell’Ateneo trentino 18 studenti provenienti da Argentina, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Messico, Paraguay e Uruguay. (aise)