TAPPA A NEW YORK PER IL WORLD EXPO TOUR USA

NEW YORK\ aise\ – “Ringrazio innanzitutto la National Italian American Foundation, che quest’anno ha insignito Regione Lombardia del riconoscimento di “Regione d’onore” e che ha accompagnato la promozione dell’Esposizione di Milano negli Stati Uniti d’America, con un percorso cominciato a Washington lo scorso ottobre”. Così Valentina Aprea, assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, che oggi è intervenuta al Forum del NIAF-IALC Leadership dedicato a “EXPO Milano 2015 And Future Opportunities In Italy”, primo appuntamento della sua missione a New York, negli Stati Uniti, nell’ambito della 18ª tappa del “World Expo Tour”, iniziativa di Regione Lombardia finalizzata a promuovere l’Esposizione universale di Milano, che si aprirà il prossimo primo maggio, nel mondo.
“Ormai mancano solo tre settimane all’inizio di Expo – ha proseguito Aprea – e Milano e la Lombardia sono pronte ad accogliere più di 20 milioni di visitatori da tutto il mondo. Abbiamo avuto l’adesione di oltre 140 partecipanti ufficiali, che rappresentano circa il 93 per cento della popolazione mondiale: tra loro, come sapete, anche gli Stati Uniti, che accoglieranno nel loro “granaio” il progetto dell’American Food
2.0”.
“Al di là dello straordinario numero di Paesi e organizzazioni partecipanti e della cifra record di padiglioni – ha continuato l’assessore – l’Expo di Milano dovrà essere però ricordata soprattutto per il tema che affronta. Attorno a quattro parole chiave: nutrire, pianeta, energia, vita, abbiamo riassunto il senso dell’Esposizione universale del 2015 e, al contempo, abbiamo richiamato le sfide cruciali che attendono l’intero pianeta nel prossimo millennio. Vogliamo che questi temi siano indagati e sviluppati in modo approfondito e innovativo – ha auspicato -, per lasciare all’Italia e al mondo un’eredità importante e per contribuire, allo stesso tempo, a migliorare le condizioni della cooperazione e degli scambi internazionali”.
“Poiché ci muoveremo nell’ambito di una Esposizione universale, non potremo scordare l’essenziale ruolo della tecnologia – ha sottolineato Aprea -. Vogliamo promuovere proposte, progetti e soluzioni che sappiano fruire del know how di molti Paesi che saranno presenti a Expo; e punteremo sulla compatibilità, sulla capacità di coniugare lo sviluppo dei sistemi di produzione, trasformazione e conservazione con la sostenibilità dei processi”.
“Noi, però, siamo qui anche per promuovere Regione Lombardia, che vanta molti primati – ha precisato -: è la regione più popolosa d’Italia, con circa 10 milioni di abitanti, è la prima Regione del Paese per prodotto interno lordo, un quarto di quello nazionale ed è anche, coerentemente con il tema dell’Expo, la prima regione d’Italia per produzione agricola e agroalimentare, nonché la più ricca di imprese in tutti i settori, dall’editoria alla chimica, dalla meccanica alla moda, dall’aerospaziale al design”.
“Insomma – ha concluso Valentina Aprea – la Lombardia è una regione “business friendly”, dove le imprese nascono, crescono e prosperano, aiutate dal Governo regionale, che non ha trascurato di creare le condizioni più favorevoli per chi volesse investire da noi. In particolare, per Expo, sono state pianificate numerose iniziative rivolte agli operatori business, con incontri B2B, visite ai distretti produttivi, piattaforme di business matching, conferenze all’interno del sito espositivo”.
Il presidente e il Chairman di NIAF hanno a loro volta ringraziato l’assessore Aprea, definita l’”Angelo custode”, che ha accompagnato la loro organizzazione lungo il percorso verso Expo, a partire dall’evento annuale a Washington dell’ottobre 2013. (aise) 

Advertisements