Smart mobility: le auto saranno intelligenti grazie ai Big Data

Veicoli, infrastrutture urbane, semafori ed incroci: l’Università del Michigan ha realizzato una città simulata di 130.000 metri quadrati in grado di sperimentare l’efficienza comunicativa tra le auto, con l’obiettivo di ridurre il traffico e la numerosità degli incidenti. Si chiama Mobility Transformation Center ed è un’enorme centro di simulazione creato dai ricercatori della Michigan University, dedicato allo studio delle dinamiche della smart mobility. Il progetto, gestito direttamente dal Dipartimento dei Trasporti del Governo degli Stati Uniti, permetterà di simulare le stesse condizioni di traffico delle città tradizionali, con l’aggiunta dei veicoli automatizzati ed intelligenti, su cui sono installati gli innovativi sensori, che diventeranno automaticamente, giorno dopo giorno, sempre più smart grazie all’analisi dei Big Data (www.telecomitalia.com/tit/it/innovazione/big­data­il­mondo­che­verra.html) raccolti costantemente sulla strada. Come funziona l’MTC Giulio Frandi, Direttore Generale Italia della divisione Intelligent Transport Group del Gruppo Xerox, uno dei partner commerciali dell’iniziativa, ha spiegato che l’MTC ricreerà ogni tipo di atteggiamento legato alle dinamiche stradali, dai comportamenti imprevedibili degli automobilisti e dei pedoni sino alle criticità legate alla viabilità, come le infrastrutture obsolete o i terreni non perfettamente curati. Una rete di sensori presenti nella città riprodotta nel sud ovest del Michigan, raccoglieranno miliardi di dati ed informazioni utili per il controllo assoluto di ciò che accade nelle vie. In questo modo sarà possibile testare le comunicazioni da veicolo a veicolo, e quelle dai servizi stradali alle auto. Grazie al controllo bidirezionale, quindi, diventerà semplice gestire il traffico in modo ordinato e lineare, riducendo considerevolmente il numero di incidenti cittadini. I vantaggi Grazie al progetto MTC, fortemente voluto e supportato dal Governo americano, gli studiosi saranno in grado di analizzare tutti i dati raccolti per progettare, nel futuro, strade intelligenti per una viabilità sempre più smart. Il tutto si baserà su un’innovativa piattaforma realizzata da Xerox, la Mobility Analytics Platform, che monitorerà la situazione dei trasporti urbani in tempo reale. Questo costante controllo sui flussi stradali permetterà di dare vita, attraverso l’attenta analisi dei Big Data in possesso dei ricercatori, ad una rete di trasporto intelligente, in cui veicoli e infrastrutture saranno sempre interconnesse, comunicando tra loro in modo rapido e diretto. Un passo fondamentale, quindi, per la concretizzazione nel mondo delle smart city che, così pensate, ricopriranno un ruolo fondamentale nella gestione dell’intera mobilità urbana: dal decongestionamento del traffico al contenimento dei consumi di sostanze nocive nell’ambiente, per una migliore qualità di vita di tutti i cittadini.

Advertisements