DOPPIO VOLO UMANITARIO OLTREOCEANO PER L’AERONAUTICA MILITARE

ROMA\ aise\ – È rientrato domenica scorsa a Ciampino il velivolo dell’Aeronautica Militare partito tre giorni prima per un doppio volo umanitario oltreoceano.

La missione prevedeva un primo scalo all’aeroporto di Verona dove un bimbo di un anno, accompagnato dalla mamma e dalla nonna e seguito da un medico con infermiera, attendava di essere trasportato in un centro specializzato in oculistica di Detroit, per essere sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico alla retina.
Giunto a Detroit e sbarcato il piccolo con i suoi accompagnatori, l’equipaggio è ripartito alla volta di Dallas dove una donna di 53 anni, ricoverata nel Centro di Salute Ambientale della metropoli texana, aspettava di essere riportata in Italia.
La paziente, affetta da una gravissima patologia, è seguita dal Centro specialistico di Dallas dal 2005 e terminato l’ennesimo ciclo di cure è tornata in Italia. La donna è stata accompagnata dalla madre, dal compagno e da un medico.
Gli aeromobili del 31° Stormo di Ciampino sono utilizzati per il trasporto di Stato e per missioni di pubblica utilità, quali il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati, di traumatizzati gravi e di organi per trapianti, nonché per interventi a favore di persone comunque in situazioni di rischio.
L’attività, dato l’imminente pericolo di vita delle persone trasportate, impone un livello di prontezza, ventiquattr’ore al giorno, 365 giorni all’anno. (aise)