IL SOLE 24ORE/ DOVE VANNO I PENSIONATI? DA CIPRO AL CANADA ECCO DOVE PASSARE GLI ANNI DELLA PENSIONE LONTANO DALL’ITALIA – di Marco lo Conte

ROMA\ aise\ – “Né Stati Uniti né Argentina, come qualcuno potrà pensare: il Paese straniero in cui risiede il maggior numero di pensionati italiani o stranieri che hanno acquisito i requisiti per percepire una pensione pubblica è il Canada: 67.717 i soggetti percettori di una pensione Inps, per un assegno medio mensile non particolarmente alto: in media 111,27 euro al mese”. Della questione si occupa nel dettaglio questo articolo pubblicato oggi da Il Sole 24 Ore.

“Se le mete di emigrazione negli anni sono stati gli Usa o il Sud America, per trascorrere gli anni di quiescenza il Canada presenta molte attrattive: natura, spazi incontaminati, tranquillità, tolleranza evidentemente sono elementi che per il pensionato di casa nostra sono i più importanti.
Il fascino di Parigi o della Costa Azzurra è decisamente irresistibile per molti italiani: 56.312, per la precisione, sono i pensionati residenti in Francia. Ciascuno incassa un assegno pensionistico medio di 174,77 euro. La vicinanza con i confini italiani, l’affinità della cultura francese e l’ascendente che lo stile di vita d’oltralpe ha in particolare su noi cugini, spinge molti a risiedere in Francia, dopo aver maturato i requisiti pensionistici con l’Inps.
Un po’ come per il Canada, l’Australia spinge chi percepisce una pensione italiana a rimanere tra i canguri, soprattutto chi apprezza le bellezze naturali e la straordinarietà di un paese giovane e aperto ai cambiamenti. Sono 54.367 i percettori di una pensione Inps, che ogni mese incassano in media una rendita da 159,313 euro. Non un granché, ma è presumibile che il grande continente australiano abbia dato loro, oltre che diversi motivi legati alla qualità della vita, anche altri incentivi di carattere economico.
Le fabbriche tedesche hanno dato lavoro a molti emigranti italiani e molti di coloro, che in Italia avevano già accantonato qualche contributo, sono rimasti in Germania da pensionati. D’altronde oltre le Alpi la vita non è così dura, soprattutto se i vantaggi dello Stato Sociale e di servizi pubblici e privati efficienti sopravanzano il disagio di un clima che, soprattutto al nord e d’inverno, può risultare non del tutto piacevole. Salvo poi scoprire, in realtà, che anche le temperature e la natura in molte grandi e piccole città possono risultare piacevoli. In totale sono 47.628 i percettori di una rendita Inps in Germania, per un assegno mensile medio pari a 132,25 euro.
C’è chi ha maturato i diritti per una pensione italiana e poi si è trasferito a New York o in altre località degli States: 44.310 persone. Una doppia vita di lavoro, in Italia e negli Usa, ha spinto costoro a rimanere nella loro seconda patria, dove magari hanno messo radici familiari. Agiografia cinematografica a parte, negli Usa risiedono pensionati con un assegno mediamente più alto: 194,49 euro in media.
Poi c’è chi sceglie per la pensione un Paese estero per la piacevolezza dei luoghi, oltre che magari per il potere d’acquisto. Si tratta di un numero minore di persone, ma dal reddito pensionistico più alto. In Sudafrica, per esempio, risiedono 1.956 percettori di pensioni italiane, per un assegno medio mensile di 578,06 euro. Per chi ha scelto l’Africa del Sud ha un peso, come accennato, il potere d’acquisto oltre alle meraviglie naturali e un clima in molte zone del Paese molto dolce.
I pensionati più ricchi vanno invece a Cipro: paradiso fiscale appena scalfito dalla recente crisi, il Paese al centro del Mediterraneo attira chi ha una maggiore disponibilità economica. E chi incassa una pensione Inps non fa eccezione: i 97 pensionati residenti a Cipro incassano in media 5991,39 euro al mese, abbastanza per una vita da rentier in uno dei luoghi più belli del Mare Nostrum. D’altronde su quelle sponde si narra sia nata Venere. Una notazione: la voce si dev’essere sparsa, visto che tre anni fa i pensionati italici residenti a Cipro erano 63….
Ci sono molte ragioni per risiedere a Cuba dopo la pensione: sicuramente il fatto di provenirvi e di aver lavorato in Italia maturando i requisiti pensionistici, ma anche magari l’unione sentimentale con chi è nato a Cuba. I 70 percettori di rendita pensionistica Inps incassano ogni mese mediamente 1.085,51 euro.
L’isola di Malta è in linea d’aria a due passi dall’Italia e attira inevitabilmente chi è in cerca di un luogo piacevole per vivere gli anni della pensione. Non sono molti i pensionati maltesi made in Italy, solo 132, ma incassano una rendita media di tutto rispetto, 2.386,65 euro al mese, seconda solo a chi risiede a Cipro.
È il paradiso fiscale più vicino al sentire italiano e più piacevole: a Monaco o per meglio dire a Montecarlo risiedono 435 percettori di pensioni italiane, per una rendita media di 1.136,69 euro al mese. Le ragioni di attrattiva del Principato sono ben note e appena scalfite dai controlli fiscali sugli italiani che vivono in Costa Azzurra”. (aise)

Advertisements