L’AUTO FRENA, #MARCHIONNE PREMIA IL MODELLO SPAGNA

L’orso ha colpito il settore auto. Negli Usa, nonostante un buon andamento del mercato a novembre Ford perde il 3,3%, nonostante le vendite siano salite del 7% . In ribasso anche Gm-3% che a novembre ha messo a segno una crescita spettacolare: +13,7% le vendite. Sul comparto pesa la prossima vendita del pacchetto del 7% Gm ancora in mano allo Stato.

Via libera, intanto, alla bancarotta di Detroit, la capitale delle Big Three. La città del Michigan potrà chiedere le protezioni garantite dal Chapter 9 e così assicurare i servizi essenziali. Il giudice ha respinto le obiezioni di sindacati, fondi pensione e pensionati che, come gli altri creditori, rischiano ora di vedere le pensioni tagliate nell’ambito di qualunque piano per ristrutturare debito di lungo termine per 18 miliardi di dollari.

A Milano sono cadute Fiat -2,3% e Cnh Industrial -3,8%. Pirelli -1,9%. Exane ha riavviato la copertura del titolo Fiat con rating underperform e target price a 4 euro esprimendo dei dubbi sulla capacità del Lingotto di procedere con il deleverage dopo l’eventuale acquisto di Chrsyler La casa di Detroit, controllata dal Lingotto, ha registrato negli Stati Uniti lo scorso mese 142.275 immatricolazioni, +16% rispetto allo stesso periodo del 2012 grazie al boom del marchio Jeep.

A Washington, a margine degli incontri del consiglio Italia-Usa, Sergio Marchionne si è soffermato sull’efficacia delle riforme effettuate dalla Spagna “un Paese dove non abbiamo grossi problemi. C’è più dinamismo, molte riforme, a differenza che in Italia, sono gia’ state fatte”.

Non brillano certo gli altri industriali. Finmeccanica -3,1%, Mentre l’ad di Finmeccanica, Alessandro Pansa, riferiva che per rilevare Avio Space, di cui già detiene il 14%, è necessario trovare un partner, il titolo ha registrato un calo del 3,16% a 5,055 euro.. StM -2,5%.

Frena anche il settore lusso: Ferragamo -3,1%, Luxottica -2,4%, Tod’s -0,6% . Fra le utility, Atlantia-2%. Enel ha perso il 2,6% dopo essere caduta il giorno prima del 3,7%, Enel Green Power-2,1%,Snam-0,7%. Positiva Terna+0,5%. Eni -1,9%, Saipem-0,8%. Tra le small caps, hanno guadagnato Falck +3,3% e Kinexia +1,5%. Erg ha perso il 6,7%: oggi alcune sedi di Total Erg sono state perquisite dalla Guardia di Finanzia mandata dalla Procura di Roma che indaga per frodi fiscali.

Advertisements